downgrading

Home/Tag: downgrading

LA SCHIAVITÙ DEL LAVORO

Era il 1971 quando Charles Bukowski lasciò il suo tanto odiato lavoro all'ufficio postale. Allora aveva 49 anni e decise di provare a diventare uno scrittore a tempo pieno, aiutato da una assurda proposta economica avanzata da una casa editrice: 100 dollari al mese per il resto della sua vita. [...]

La casalinga pigra e la decrescita infelice

Voi avete sentito parlare, immagino, di decrescita felice. Secondo me è l’equivalente socioeconomico del pensiero positivo. Vi ricordate il pensiero positivo? Il succo era: se pensi bene, vivi bene e sei felice, ma chi ti ammazza a te? L’universo è per forza dalla tua parte, non scherziamo. Poi magari ti [...]

Gli 11 terribili errori da non fare quando si lascia un lavoro

Quando ve ne andate, fatelo senza rancori Licenziarsi da un posto di lavoro è una delle cose più stressanti e scomode che dovrete fare nella vostra carriera (certo, essere licenziati è peggio…). Ma sia che amiate il vostro lavoro e lo lasciate solo perché si è presentata un’occasione migliore, sia che lo lasciate perché non [...]

Come Fare Carriera nel Lavoro e Rovinarsi la Vita

Quanti di noi vorrebbero fare carriera nel mondo del lavoro? Guardiamo i dirigenti della nostra azienda partecipare a riunioni importanti, andare a cene d'affari, vestire eleganti, girare con automobili lussuose e guadagnare cifre che noi possiamo solo sognare... e allora forse ci sarà balenata in testa la domanda: "Ma io, come posso [...]

Di |2020-02-18T14:11:34+01:0018 Febbraio 2020|Categorie: WORK & MONEY|Tag: , , , , , , |0 Commenti

PLANNED DOWNGRADING MANIFESTO (prima bozza)

In questa bozza di documento (ancora da rileggere e sintetizzare chissà quante volte!  ) voglio progressivamente elencare i contenuti dello "stile di vita" ("Life Style") che noi definiamo "Planned Downgrading", ovvero "Declassamento Pianificato/Ragionato". La nostra personale interpretazione del movimento socio-culturale, sempre più presente nel "mondo occidentale", definito "downshifting". Ovvero "una scelta [...]

Torna in cima