Un semplice cambio di prospettiva per diventare consapevole del tempo che stai sprecando e di come potresti investirlo per raggiungere i tuoi obiettivi.

“Se il tempo, di tutti i doni è il più prezioso, sprecarlo dovrebbe essere il peccato più grande.”
Benjamin Franklin.

Non ho deciso di intraprendere una dieta mediatica perché sono un talebano della crescita personale; ho deciso di liberarmi dell’informazione e dei siti inutili per riprendermi il mio tempo.

Ci lamentiamo continuamente di non avere il tempo per le nostre passioni, di non riuscire a realizzare i nostri obiettivi, di essere troppo impegnati per instaurare buone abitudini: scuse. Ecco cosa sono, vecchie, trite e ritrite… scuse. Scuse che ci raccontiamo per sentirci meno in colpa, per procrastinare i nostri impegni e per rendere i nostri fallimenti… un po’ meno amari.

Ma se sei ancora convinto di non avere il tempo materiale per i tuoi obiettivi, beh… voglio condividere con te una riflessione tratta dall’ultima newsletter di Steve Pavlina, che sono certo ti darà una nuova prospettiva su quanto tempo stai sprecando nella tua vita.

La tabellina del tempo
Nel corso della tua giornata dedichi il tuo tempo a diverse attività. Alcune di queste, magari le più inutili, ti rubano al massimo 15-30 minuti al giorno: nulla di grave penserai, siamo mica degli automi! Eppure quei 15-30 minuti al giorno, ripetuti ogni giorno con indomita costanza, si accumulano ogni anno, trasformandosi in giorni, settimane e mesi di tempo letteralmente gettati nella spazzatura.

Scettico? Ecco allora una piccola “tabellina del tempo” che può aiutarti a capire quanti giorni lavorativi (1 giorno = 8 ore) sprecherai nei prossimi 1, 5 e 50 anni, dedicando ogni giorno anche soli pochi minuti a determinate attività:

La mia prima reazione dopo aver letto questa tabellina? “Ops”.

Già… la consapevolezza è una brutta bestia. Quando ti rendi conto di quanto tempo stai sprecando in attività inutili e dei progetti che potresti realizzare altrimenti, beh… è come ricevere un pugno allo stomaco.

Investire il proprio tempo consapevolmente
Dopo aver letto la tabellina del tempo, sei ancora sicuro che trascorrere anche “solo” mezz’ora al giorno su Facebook, la tua casella di posta elettronica o su qualche sito di informazione, sia il migliore investimento per il tuo tempo?

Beh, 30 minuti non sembrano poi la fine del mondo, eppure quei 30 minuti al giorno sono quasi 1 mese di lavoro in 1 anno: giusto il tempo per preparare un esame universitario da 30 e lode, o per creare una nuova fonte di reddito passivo.

Siamo liberi di scegliere come investire al meglio il nostro tempo: nessuna costrizione; ma è importante farlo con consapevolezza. Quando ci rendiamo conto di quanto futili siano determinate attività e di quanto tempo ci fanno sprecare nel corso degli anni, una lampadina si accende nel nostro cervello ed improvvisamente ritroviamo la motivazione necessaria per raggiungere i nostri traguardi.

Prossimi passi
La consapevolezza è una condizione necessaria per il cambiamento, ma non è sufficiente.

Ora che sei consapevole che anche 10 minuti, persi qua e là in attività prive di valore, si accumulano negli anni costringendoti a rinunciare ad attività ben più importanti, è arrivato il tempo di agire:

Prendi un foglio di carta ed una penna.
Fai una lista di tutte quelle attività inutili a cui dedichi anche soli 10 minuti al giorno.
Usa la tabellina del tempo per capire quanto tempo ti ruberanno queste attività nei prossimi 50 anni.
Dopo esserti ripreso dallo shock 😉, prova a scrivere di fianco ad ognuna delle attività succhia-tempo, un progetto, un’abitudine, o un obiettivo che potresti completare, instaurare o raggiungere dedicando lo stesso ammontare di tempo.
Agisci.
Ok, adesso che hai scoperto quanto ti costa sprecare tempo, che ne dici di smettere per sempre? Potrei darti un aiutino… ho realizzato per te “Start! La guida pratica per sconfiggere la procrastinazione“. Dacci un’occhiata.

Buona settimana.

FONTE