Negli anni ho testato con insuccesso i più svariati materiali per le coperture secondarie: lastre in eternit (un tempo erano legali), coppi e tegole, onduline in plastica, lastre simil tegole in polimeri, etc.
Tutto, dopo un periodo più o meno lungo ma cmq entro il lustro, ha portato problemi e non ha più soddisfatto l’esigenza di copertura cedendo sotto neve, grandine, freddo, caldo, etc.
L’unico prodotto che da anni non perde trasparenza e regge gli urti e gli sbalzi termici è questo policarbonato, nella versione lastra solida o lastra alveolari.

La particolare struttura delle lastre a parete multipla in policarbonato, assicurano un ottimo isolamento termico ed un’eccellente resistenza agli urti. Policarb® viene prodotto con protezione U.V. sul lato esterno (2 lati su richiesta), e si utilizza per la realizzazione di coperture, finestrature, serre, lucernari, verande, gazebo, pensiline e controssoffitti.

Scheda Prodotto: http://www.docksweb.it/doc/policarb.pdf

Immagine

Le lastre Policomp® sono coestruse su due lati, con policarbonato ad alta concentrazione d’assorbitori di raggi U.V., che filtrano la luce e riducono l’invecchiamento del polimero, garantendo così un’ottima resistenza agli urti anche dopo una lunga esposizione al sole. Le lastre compatte Policomp grazie alle proprie caratteristiche, trovano largo impiego in sostituzione del vetro, e per coperture e pensiline.

Scheda Prodotto: http://www.docksweb.it/doc/policomp.pdf

 

FONTE