La vicenda sembra la trama di un film, eppure è accaduto davvero. Due sorelle indiane sono rimaste sconvolte quando hanno visto rientrare in casa la madre 82enne. Il che di per sé non è un problema… se non fosse che la donna era stata dichiarata morta oltre 40 anni prima. Chiunque abbia perso una persona cara farebbe di tutto per poterla rivedere, ma è una circostanza talmente fuori dalla realtà che nessuno ci ha mai pensato realmente.

Vilasa, questo è il nome dell’anziana signora, aveva 42 anni all’epoca. Era l’estate del 1976 e la donna era uscita per cercare foraggio per gli animali, un’azione ordinaria. Il caso ha voluto che quel giorno un cobra si fosse nascosto tra l’erba alta, rendendo impossibile per la donna vederlo. Quando la malcapitata si è avvicinata il serpente la ha morsa. Trasportata subito da un guaritore, per Vilasa non c’è stato più niente da fare. La donna è morta a causa del veleno. Ma vediamo cosa è successo nei 40 anni successivi

La credono morta: donna ritorna a casa 40 anni dopo il suo funerale…

Secondo la religione induista, il corpo dopo la morte dovrebbe essere cremato, tranne in alcuni casi. Il morso di un serpente rientra tra questi. Infatti il corpo della donna è stato avvolto da un velo e posizionato su una piccola zattera, affidata alla corrente del fiume Gange. Questo perché, in base ad una antica credenza, il fiume dovrebbe ripulire il corpo dal veleno, riportando in vita la persona ritenuta morta. La famiglia di Vilasa non riteneva che ciò potesse accadere veramente, la cerimonia aveva lo scopo di rispettare le tradizioni religiose.

Tuttavia, a questo punto la vicenda diventa incredibile. Secondo quanto riportato, dei pescatori avevano notato il corpo. Gli uomini hanno perciò deciso di condurlo in un tempio, in cui i sacerdoti lo hanno sottoposto a delle cure. Riusciti a guarire la donna, era chiaro che non era morta davvero. Tuttavia Vilasa è rimasta senza memoria. Questo fino a qualche mese fa. Dopo aver rivelato alcuni pezzi del suo passato che aveva cominciato a ricordare, questi arrivarono alle orecchie di Chetram, un 82enne che era stato al suo “funerale”. L’uomo ha parlato con le figlie di Vilasa, riuscendo a farle ricongiungere. Ed era proprio lei: le figlie l’hanno riconosciuta grazie ad una voglia.

FONTE