Proseguendo nel censimento delle essenze erboree in Hoikos, mentre ricopiavo un articolo sulla Limonaria, ho letto questa ricetta e mi sono ricordato che su in Valle in ogni casa c’era una bottiglia di questo liquore.

Mi appunto la ricetta e al più presto proverò a prepararlo anche io!

L’erba limonaria, potete utilizzarla per aromatizzare fresche macedonie, o per insaporire marmellate come quella di pesche o altri frutti estivi. Non per ultimo, è possibile preparare il famoso liquore, anch’esso ricco di proprietà perchè un concentrato di essenze!

Ingredienti per liquore:

  • 1 l di alcool per alimenti
  • 100g di foglie di erba cedrina (a seconda della loro dimensione)
  • 1,2 l di acqua (per un liquore sui 33°, o 1 l di acqua per un liquore sui 36°)
  • la scorza di un limone
  • 1 kg di zucchero

Mettere in infusione in un recipiente da 5 l l’alcool, la buccia del limone e le 70 foglie. Far macerare per 4-5 giorni circa (la foglia deve diventare marroncina, lignea, avendo ceduto all’alcool il verde). Passare con un colino e mettere in un’altro recipiente da 5 l. Aggiungere l’acqua, indicata nella dose, alle foglie, agitare e far riposare 1 ora circa (serve a portare via il residuo alcoolico. Ho calcolato che le foglie trattengono circa 100 cc di alcool, che andrebbe perso). Filtrare con colino aggiungendo all’infuso alcoolico precedente. Aggiungere lo zucchero. Agitare bene fino a far sciogliere lo zucchero. Far riposare almeno 1 settimana e filtrare con cotone idrofilo non troppo pressato o carta da filtro. (Resa: 2,800 l circa per un liquore a 33° e 2,600 l per un liquore a 36°.) Farlo maturare in bottiglia per 2 mesi, preferibilmente al buio. Servire freddo.

-Io adoro berlo con il ghiaccio: è dissetante e digestivo e al contrario di altri liquori, come il limoncello e l’arancino, (che io non adoro), non lascia la bocca impastata!-

CONTROINDICAZIONI:

Essendo digestiva, l’uso prolungato o l’assunzione eccessiva di grandi dosi interne di limonaria può causare irritazione gastrica; risulta quindi sconsigliata a chi soffre di gastrite. L’olio essenziale è fotosensibilizzante, quindi non utilizzare prima di uscire al sole! Può irritare la pelle sensibile.

FONTE